Ortopedia


Curriculum vitae

 

Guido Nasta

  • Ortopedia e traumatologia

  • Patologie del ginocchio

  • Patologie dell'anca

  • Patologie vertebrali

  • Patologie della spalla

  • Patologie del piede

  • Traumatologia dello sport

Attualmente svolge:

  • Attività ospedaliera presso l'Ospedale Privato Accreditato Villa Erbosa a Bologna

  • Attività ospedaliera presso l'Ospedale Privato Accreditato Domus Nova a Ravenna

  • Attività ambulatoriale presso vari studi in Emilia Romagna e Liguria.

Approfondimenti

Artrosi

L’artrosi è la progressiva usura della cartilagine, un tessuto elastico che agisce come ammortizzatore d’urto tra un osso e l’altro diminuendo l’attrito. Se si usura provoca diminuzione del movimento articolare, rigidità, dolore e infine deformità.

Tra i fattori di rischio ci sono:

  • l’età (sopra gli 80 anni colpisce il 44% della popolazione)
  • l’obesità (che causa un sovraffaticamento delle articolazioni)
  • i fattori genetici (familiarità per patologie artrosiche)
  • il sovraccarico funzionale (dovuto a particolari attività lavorative o sportive)

Inoltre può essere favorita da pregresse lesioni traumatiche dell’articolazione o da instabilità articolare soprattutto se associata a meniscectomia e ipotonia muscolare.

Cura dei difetti cartilaginei

Nelle fasi precoci è utile la somministrazione intrarticolare di acido ialuronico a basso peso molecolare, sia per diminuire il dolore e la tumefazione articolare che per favorire i processi riparativi nelle lesioni di modesto grado. I benefici effetti tendono a mantenersi per diversi mesi.

Le infiltrazioni con plasma autologo condizionato (ACP) rappresentano una nuova procedura per il trattamento delle forme iniziali di artrosi (grado I-III). I fattori di crescita presenti nel sangue possono stimolare i processi di guarigione nella cartilagine danneggiata delle articolazioni, con miglioramenti significativi nel decorso del dolore e nella motilità. Il procedimento prevede il prelievo di una piccola quantità di sangue dal paziente, l’acquisizione del siero tramite centrifugazione e la sua successiva iniezione nell’articolazione.

Nei casi di usura focale (cioè circoscritta) di una cartilagine è indicato il trapianto autologo.

Quando l’usura della cartilagine supera una certa soglia, l’unico trattamento possibile per la risoluzione della sintomatologia è la sostituzione dei capi articolari con una protesi (artroprotesi di spalla, anca e ginocchio).


Artroprotesi

Le patologie articolari hanno molto spesso come unica risorsa terapeutica la chirurgia, soprattutto nei casi di eziologia traumatica o artrosica. I progressi della medicina sono in continua e costante evoluzione, le tecniche chirurgiche diventano sempre più affinate con notevole risparmio delle strutture anatomiche e i materiali utilizzati sono sempre più sofisticati.

È importante però che al progresso scientifico sia abbinato il costante e continuo aggiornamento dello Specialista Ortopedico, sia nella conoscenza sia nella familiarizzazione pratica con queste procedure, per garantire ai pazienti un elevato standard terapeutico e materiali sempre all’avanguardia.

I vantaggi della ceramica in sintesi:

  • Eccellente comportamento biologico
  • Nessun rischio noto di allergia
  • Assenza di preoccupazione circa il rilascio di ioni Co, Cr e Ni
  • Ridotto rischio di revisioni a causa di infezioni articolari periprotesiche (PJI)
  • Nessuna reazione patogena nota alle particelle ceramiche
  • Resistente all’usura da terzo corpo
  • Corrosione del cono sensibilmente ridotta
  • Eccellente bagnabilità

Da anni eseguo interventi di artroprotesi di spalla, anca e ginocchio, usando materiali di ultima generazione e all’avanguardia secondo le indicazioni internazionali:

  • accoppiamento ceramica/ceramica Biolox Delta o Polietilene addizionato a Vitam. E nelle protesi d’anca
  • leghe di metallo a basso effetto allergenizzante e polietilene reticolato o con vitam. E nelle protesi di ginocchio e spalla.

Artroscopia

L’artroscopia del ginocchio trova applicazione nel trattamento delle lesioni meniscali, legamentose, cartilaginee, nelle rimozioni dei corpi mobili, nelle fratture delle spine tibiali, nei trapianti cartilaginei, nelle biopsie, nelle patologie infiammatorie della membrana sinoviale.

L’artroscopia della spalla permette la sutura dei tendini lesionati causa di dolore e deficit motorio.

Informarsi sulla propria malattia e rendersi partecipi del proprio trattamento sono atteggiamenti vincenti per affrontare qualsiasi problema di salute. È bene però ricordate che solo un medico specialista ortopedico può fare una diagnosi esatta e quindi prescrivere ed eseguire il trattamento adeguato.

Per richiesta appuntamento e info invia una e-mail al Dr. Nasta